L’augurio di “Buona Fiera” a tutti

Il momento di un primo saluto inaugurale è sempre il più difficile da affrontare: si mescolano infatti emozioni e sentimenti che rendono davvero difficile esprimere gratitudine, senso di responsabilità e determinazione che dovranno guidare il lavoro, non solo per questa nuova edizione della tradizionale Fiera, ma anche per quelle dei prossimi cinque anni di mandato amministrativo. Ed è proprio con questa compresenza di emozioni che ci accingiamo a dare vita all’edizione numero 71 dell’appuntamento più importante della nostra comunità.

Una premessa è però essenziale. La Fiera 2019 chiude un ciclo: gran parte di questa edizione, quando ci siamo seduti come nuova Amministrazione comunale e Direzione di Nuova Orceania, era, di fatto, già ampiamente programmata. E giustamente. La Fiera infatti è un lavoro che richiede una progettazione molto lunga e complessa; è una macchina che non può certo aspettare i tempi lunghi della Pubblica Amministrazione e non poteva sicuramente attendere l’esito delle elezioni; quindi gran parte del lavoro era già stato impostato da chi ci ha preceduto e noi abbiamo avuto giusto il tempo per definire meglio alcuni aspetti e alcune proposte.

L’impostazione che troverete quindi nella Fiera di quest’anno, nelle sue logiche di fondo, non vedrà notevoli differenze e cambiamenti rispetto alle ultime edizioni: potremmo pertanto definirla una Fiera di transizione. Il vero cambiamento arriverà dal prossimo anno 2020, quando con le nostre idee, il nostro entusiasmo e il nostro gruppo di lavoro, sin dal momento in cui si chiuderà questo evento 2019, ci siederemo e definiremo quali saranno gli aspetti davvero qualificanti della Fiera e, su quelli, decideremo di puntare tutta la nostra attenzione e l’impegno per riportare quello che è il momento socio-culturale più qualificante della nostra comunità ad essere sì un momento di incontro, di svago, di divertimento, di approfondimento, ma, soprattutto, un momento in cui si gettano i semi di qualcosa che poi, per il resto dell’anno, deve crescere sull’intero nostro territorio. Non più quindi un evento fine a se stesso, richiuso nei pochi giorni in cui si svolge, ma un propulsore di idee e di progetti che germinano nelle imprese locali, nelle attività produttive, negli esercizi commerciali e imprenditoriali, nel tessuto sociale, insomma, in tutto ciò che costituisce la spina dorsale della nostra comunità orceana.

La Fiera di Orzinuovi deve avere un “taglio del nastro”, ma non dovrà più avere una chiusura, la serata finale, coi “fuochi d’artificio”: dovrà essere in ogni futura edizione un continuo “punto di inizio”, recuperando in tal modo quello straordinario spirito delle origini, che per moltissimi anni ha fatto della nostra Fiera un punto di riferimento per un’intera area geografica. Ci sarà sempre grande attenzione ai molti momenti di intrattenimento e di svago, ma questi dovranno essere il corollario ad un ampio progetto che sia autentico volano per costruire un tessuto di rapporti e relazioni sociali, umane ed economiche per rimettere nuovamente in moto Orzinuovi. Su tale versante ci impegneremo con progetti forti, guidati da determinazione, visionarietà e concretezza, elementi questi che ci hanno premiato e ci hanno portato ad amministrare oggi la nostra città.

Concludiamo con un sincero ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a dare vita a questa settantunesima edizione della Fiera e ci auguriamo che essa possa rappresentare sempre un modello di vita comune che possa essere da esempio anche per altre comunità. Un buon lavoro a tutti gli espositori e agli operatori dei molti settori rappresentati e buon divertimento a tutti coloro che non si perderanno lo straordinario appuntamento della Fiera Orceana.

 

Sen. Gianpietro Maffoni – Sindaco di Orzinuovi

Patrizia Turotti – Presidente di Nuova Orceania srl

Ultime news